Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare servizi ed esperienze dei lettori. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Cookie Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Allevamento Ornitologico Amatoriale Eos di Francesco Stuppello

Il Lino

Seme di Lino Marrone

Il lino (Linum usitatissimum) è una pianta della famiglia delle Linaceae.

Il lino, probabilmente, è originario dell’area compresa tra il golfo Persico, il mar Caspio e il mar Nero, poiché fibre di tessuto di lino tinto sono state rinvenute nel 2009 in una grotta a Dzudzuana in Georgia e sono state datate al 28.000 a.C. circa, quindi, con molta probabilità l’uso del lino risale ad un periodo sicuramente precedente ed è per questo considerata una delle prime colture della storia dell’uomo.

L'uso del lino per la produzione di indumenti era molto praticata ai tempi degli antichi egizi, infatti, le immagini sulle tombe e sulle mura del tempio di Tebe raffigurano piante lino fiorito.

Oltre all’uso alimentare e alla produzione di tessuti e colori, il lino è stato usato anche in campo medico per le sue proprietà, Ippocrate nel 650 a.C. lo descrive come idoneo a curare i disturbi intestinali nell'uomo.

Il termine lino deriva dal greco linon che significa filo.

Il lino è pianta erbacea annuale alta tra i 30 e i 60 centimetri, con un fusto eretto molto fragile e ramificato nella parte finale, al quale sono attaccate le foglie tenere e lanceolate.
I fiori sono grandi e di colore azzurro con cinque sepali, cinque petali e cinque stami gialli.
I frutti sono capsule contenenti piccoli semi di colore marrone o giallo dorato, a seconda delle varietà.
La radice è un corto fittone.

I semi gialli hanno caratteristiche nutrizionali simili a quelli marroni, con identici valori di acidi grassi omega 3, ad eccezione della varietà gialla denominata Solin, che ha un profilo di olio completamente diverso, ed è molto povera di omega 3.

I semi del lino tendono facilmente ad irrancidire se macinati.

Il valore nutrizionale di cento grammi di semi di lino è di circa 534 kcal, di cui 41 grammi di grassi, 28 grammi di fibre e 20 grammi di proteine; inoltre, i semi contengono alti livelli di fibra alimentare, nonché lignani, e in modo abbondante micronutrienti ed omega 3.

Dai semi si estrae l’olio di lino, e studi condotti sul cane hanno dimostrato che l’utilizzo per dieci settimane di olio di lino migliora i sintomi della dermatite atopica del cane. Un altro studio, sempre condotto sul cane, ha dimostrato che la somministrazione di semi di lino, facendo aumentare la concentrazione di acidi grassi polinsaturi nel siero, contribuisce a migliorare le condizioni della cute e del pelo degli stessi.

In ornicoltura, date le sue notevoli proprietà, il seme del lino è considerato un elemento base per la composizione della miscela dei canarini e dei fringillidi, inoltre, è utilizzato anche nelle miscele da germoglio.


Francesco Stuppello

Francesco Stuppello

Allevamento Ornitologico Amatoriale EOS | R.N.A. 24AR
Allevo lucherini testanera topazio, ancestrali e diluiti; canarini agata opale gialli e isabella opale gialli; canarini scotch gialli, bianchi e cinnamon; diamanti di Gould. Sono un allevatore F.O.I. dal 2002, socio all'A.O. Cosentina dal 2006, dell'Orniexpò dal 2014 e dello Scotch Canary Club Italiano dal 2017. Nel mio Palmares ho collezionato: 119 primi, 95 secondi, 28 terzi, 6 campioni razza e 11 premi speciali.
Nelle grandi competizioni ho conseguito: 2 medaglie ai Campionati del Mondo, 9 ai Campionati Italiani, 32 ai Campionati Regionali, 29 a Fringillia, 79 al Salone dei Fringillidi e 8 alle Mostre Internazionali.
Info 366.1385153 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Acquappesa (CS)| Calabria - Italia

Web designer freelance → siti internet, seo, social network, guide online e local search.
eosonline.it | calabriaportal.com | portalbird.com

BLOG | ULTIME PUBBLICAZIONI

ARTICOLI CORRELATI