Allevamento Francesco Stuppello | Acquappesa (CS)

Criteri di Giudizio F.O.I. del Canarino Arlecchino Portoghese

Arlecchino Portoghese

Corpopunti da assegnare 20

In tale voce sono compresi forma, petto e ali.
Il corpo deve essere allungato, armoniosamente affusolato ma non eccessivamente “stretto” (gli autori portoghesi usano a tal proposito il termine “estilizada” cioè “stilizzato”), perché il canarino mantenga lieve rotondità e armonia di forme (come d’altronde mostrano tutti i soggetti della classe mosaico).
Il petto sarà leggermente e uniformemente arrotondato, alto e forte, ma non eccessivamente largo o prominente.
Il dorso deve essere rettilineo (né concavo, né convesso) e proseguire sempre in linea con la coda.
Le zone di passaggio tra testa e collo, e tra collo-petto e dorso devono essere ben delineate, armoniose, ma non formare mai angoli.
Le ali saranno abbastanza lunghe in proporzione con il corpo, ben aderenti, mai incrociate o calanti e termineranno unite sulla base della coda.

Difetti del corpo

corpo eccessivamente arrotondato;
corpo eccessivamente affusolato, stretto;
petto prominente, angolato;
petto incavato;
dorso convesso;
dorso avvallato;
ali corte;
ali troppo lunghe;
ali incrociate o cadenti.

Ciuffo/Testa/Collopunti da assegnare 15

Nell’arlecchino portoghese ci sono due varietà: ciuffata e senza ciuffo.

Nella varietà ciuffata (Arlequim Poupa, detto anche Arlequín Moña), il ciuffo, partendo da un punto centrale del cranio, piccolo ma non puntiforme come per altre razze ciuffate (gloster fancy), deve avere la forma a tricorno (triangolo isoscele) con i due angoli uguali della base posti sulla nuca e l’angolo più stretto al vertice posto sulla fronte; il ciuffo deve si adagiarsi sulla testa in maniera da essere ben aderente, ma senza coprire gli occhi e il becco. È tollerato che la parte posteriore del ciuffo sia lievemente sollevata sulla nuca, ma è elemento di pregio che il ciuffo sia composto e ben aderente.
Nella varietà senza ciuffo (Arlequim Par), la testa deve essa stretta e allungata, essa, vista dall’alto, apparirà simile ad una “U” che si restringe verso il becco. Al vertice, la testa, benché stretta, deve essere leggermente arrotondata, non piatta. Il becco sarà forte e proporzionato. Gli occhi devono essere vivaci e ben visibili. Il collo deve essere ben delineato e armonioso e distaccare nettamente la testa dal corpo.

Difetti ciuffo/testa/collo:

centro ciuffo non centrato;
ciuffo non a forma di tricorno;
ciuffo che copre occhi e becco;
ciuffo scomposto;
testa larga;
testa troppo arrotondata;
becco sottile;
becco troppo grosso;
collo corto;
collo troppo lungo.

Lunghezzapunti da assegnare 15

La lunghezza ideale è di 16 cm.

Difetti:

lunghezza inferiore a 16 cm.

Colorepunti da assegnare 10

Il canarino si presenterà con colori variegati e fra essi dovrà sempre essere presente il rosso.
I creatori della razza avevano in origine indicato che l’arlecchino dovesse mostrare la coesistenza di 6 colori: rosso, arancio, grigio, marrone, nero e bronzo. L’espressione di questi colori è il risultato della casuale combinazione dell’eumelanina nera e bruna e della feomelanina sul lipocromo di base. Oggi, i detentori dello standard di perfezione affermano che il canarino deve essere multicolore, variegato (macchie di eumelanina e/o feomelanina) e che deve presentare il fattore mosaico (rosso nelle zone di elezione e bianco nelle altre parti).
Nell’Arlecchino “ideale”, la distribuzione melaninica e lipocromica sarà proporzionata e nitida, in modo da concedere omogeneità ed equilibrio ai differenti colori. In particolare, il canarino “ideale” dovrà mostrare per il 50% circa pezzature melaniniche e per il restante 50% zone apigmentate. Con l’introduzione del fattore mosaico, il disegno ha assunto la colorazione bianca, rossa e melaninica, colorazione che sarà di pregio se distribuita omogeneamente ed in maniera proporzionata anche nelle ali, coda e becco. L’introduzione del fattore mosaico, inoltre, impone la particolare espressione del rosso nelle zone d’elezione. La colorazione artificiale rossa è obbligatoria.

Difetti:

canarino non colorato in rosso (squalifica);
distribuzione non omogenea e nitida delle pezzature melaniniche e lipocromiche;
scarsa espressione della colorazione rossa nelle zone di elezione;
assente o scarsa espressione della colorazione nelle ali, becco e zampe.

Piumaggiopunti da assegnare 10

La qualità del piumaggio è di grande importanza, perché consente alle altre caratteristiche della razza, in particolare al corpo, lunghezza e testa-ciuffo, di esprimersi in maniera ottimale. Il piumaggio deve essere liscio, folto, serico, brillante, sempre compatto e ben aderente in ogni parte del corpo.

Difetti:

piumaggio troppo abbondante, scomposto e con sbuffi.
piumaggio opaco.

Portamentopunti da assegnare 10
La posizione deve essere a circa 55°, il portamento altezzoso e fiero, con corpo ben elevato e testa sollevata verso l’alto.
Il canarino sarà agile nei movimenti, vivace, senza essere forastico.

Difetti:

posizione troppo eretta o acquattata;
soggetto pauroso, letargico;
soggetto agitato che impedisce la possibilità di giudizio.

Zampepunti da assegnare 10

Le zampe devono essere forti, lunghe e leggermente flesse, di preferenza variegate; la tibia sarà ben visibile.

Difetti:

zampe troppo lunghe e verticali;
zampe troppo corte e con tibia non visibile;
zampe poco variegate.

Codapunti da assegnare 5

Essa deve essere lunga, stretta e leggermente biforcuta all’estremità, preferibilmente variegata.

Difetti:

coda corta;
coda larga;
coda stretta (a sigaretta);
coda non variegata.

Benessere Generalepunti da assegnare 5

Salute ed igiene devono essere perfette. Il canarino sarà vivace ma nello stesso tempo deve possedere buon adattamento alla gabbia da esposizione.

Difetti:

scadenti condizioni di salute e di igiene.

Colorazione artificiale: obbligatoria.

BLOG | ULTIME PUBBLICAZIONI

ARTICOLI CORRELATI